Il segreto

Il segreto, la verità profonda, per fare qualunque cosa, per scrivere, per dipingere, sta nella semplicità. La vita è profonda nella sua semplicità.

Charles Bukowski

mercoledì 28 dicembre 2011


Pagine nuove,
bianche,
non ancora scritte,
e sopra l'ombra
di un pensiero...

speranze, paure,
gioie, rassegnazioni,
radicate negli anni,
come alberi senza tempo.


L'anno vecchio,
con passo pesante,
trascina ancora il suo carico,
e il rumore non stenta a fermarsi...
Non stenta a fermarsi nelle mie orecchie
e nel mio cuore...

E silenzi, paure,
gioie, rassegnazioni,
crescono...
crescono,
come alberi senza tempo,
sù fino al cielo...

Fino al cielo...

Pagine bianche,
non ancora scritte...



Buon 2012!

lunedì 19 dicembre 2011

Mille luci e mille colori


Mille luci e
mille colori,
sospesi nella notte,
in una notte di Natale,
bella e gelida.

Sui balconi,
tra le strade,
tra la gente...

Alcuni
si accendono e si spengono
si spengono e si accendono
come tanti segnali,
come tanti segnali di aiuto...
e di speranza.

Altri si rincorrono,
s'inseguono, s'intrecciano,
si accavallano si scavalcano,
nel rosso nel giallo nel violetto
nel blu...

Tutti insieme!
Nei miei occhi,
nei tuoi occhi,
nei nostri occhi...

Due piccoli diamanti
di una notte,
di una notte di Natale...

Bella e gelida.

Buon Natale!

domenica 4 dicembre 2011

Il Natale... come ali vento


Il Natale
si fa sentire
dietro le vetrine addobbate
dei negozi...
Si fa sentire
nello scivolare lento dei riflessi,
passo dopo passo...
forte,
pungente...
come freddo inverno.

E sale una preghiera,
oltre le luci scintillanti
goccia a goccia
sulle strade,
oltre le nuvole oltre le stelle,
oltre...
oltre l'infinito di questo cielo
carico di aspettative.

Una passeggiata con le amiche,
una mano sulla spalla,
una zolletta di zucchero nel caffé
e tutto andrà bene...
Sì,tutto andrà bene...

Come ali al vento...

Libere.

Oltre le luci scintillanti
goccia a goccia sulle strade,
oltre le nuvole oltre le stelle.
oltre quell'infinito
che tanto spazio abbraccia...
oltre quel tempo,
che tanto tempo inganna...

lunedì 21 novembre 2011

In una continua altalena... Esistere


Brucia,
oltre il profilo irregolare
delle colline
costellato da terrazzi e tetti spioventi,
anche questo sole,
anche questo giorno
che passa e và...


In una continua altalena,
tra passato e futuro,
memoria e speranza.

Tra verdeggianti campagne
e colate di cemento freddo,
tra sentieri nascosti e sterrati
e strade asfaltate...

Sempre.
In una continua altalena.
Tra passato, futuro
e presente...

Unica, rara
e spesso violenta
colpevolezza della mia età.


Due braccia che si protendono,
una verso l'altra,
forti come il ferro,
tra il cielo e la terra.

Due indici,
puntati l'uno contro l'altro,
caldi come il ferro,
tra me e Dio
e un unico pensiero:
Esistere.


sabato 12 novembre 2011

Senza potersi fermare...


Quante volte i raggi del sole
hanno accarezzato, sfiorato,
i tuoi biondi e lisci capelli,
senza mai poterne assorbire un po',
fino alla radice.
Quante volte l'azzurro del cielo
si è specchiato nei tuoi occhi,
color del mare,
così inquieti e così profondi
da non poterli fermare più...
né sopra un rigo di un libro,
né tra le note di una canzone...
né tra le note della tua vita...
e riempire, colmare,
quel vuoto così buio, cieco, sordo,
alle tante parole dette invano,
alle tante braccia tese invano,
ai tanti sorrisi schiusi invano,
ai tanti battiti ancora, vivi,
che pulsavano dentro di te...
e dentro di noi,
mentre il treno correva veloce...
veloce,
senza mai potersi fermare...

... senza aver mai potuto fermare
il tuo ricordo,
nei nostri cuori e nella nostra mente.

Ciao, Giuseppe

mercoledì 2 novembre 2011

2 novembre


Una lapide di pietra,
una foto,
un nome un cognome,
e due date che descrivono
un'esistenza...

su una mano,
su una carezza,
su un fiore...
su un profumo
che si espande come brezza...
tra le ciglia,tra le labbra...

come lacrime,
come stelle,
come luci,
come cipressi...
come alberi...

Alti,
fino al cielo...

martedì 1 novembre 2011

Festa di Tutti i Santi


Oggi, Festa di Tutti i Santi, e di santi ce ne sono veramente tanti;
di ogni genere, maschile e femminile,
da confondere persino un campanile.


Oggi, Festa di tutti i Santi,

e di nomi ce ne sono davvero tanti,
dal più piccolo al più grande,

ognuno con la propria storia da ricordare,

ognuno con un suo giorno ancora da emozionare...
BUON ONOMASTICO A TUTTI!!!

lunedì 31 ottobre 2011


Stanotte la paura
ha indosso
sempre un vestito
nuovo...

Ora strega con naso e cappello a punta,
ora zombie con viso e occhi gonfi e brutti...

Ora zucca con sguardo e riso aguzzo,
ora vampiro con canino bianco e lungo...

Per favore, mio cuore,
questa notte non avere alcun timore...
è soltanto questione di poche ore!
Giusto il tempo per rispondere
con poche parole...

Toc toc!
Dolcetto o scherzetto?

BUON HALLOWEEN!!!

venerdì 30 settembre 2011

Fino al mare


Scende giù,
giù
fino al mare,
una via.

Una via
tra la roccia e il mare.


Silenziosa e solitaria
va',
e nessuna luce di lampione
falcia e ferisce
le sue ombre e i suoi passi
di pietra.

Ma lontana,
insieme alle altre,
come tante fiaccole accese
sulla riva opposta
galleggia...

galleggia
tra la musica e il vento.

Tra la musica e il vento...


C'è solo un trabucco,
un vecchio trabucco di legno,
avvolto nel buio della notte,
che getta ancora le sue reti
nelle acque scure e argentine
e una luna, sù,
bianca e vanitosa,
che getta i suoi riflessi
tra mille riflessi.



Mille riflessi e
mille stelle,
che scendono giù,
giù,
fino al mare.

Fino
al mare...

lunedì 26 settembre 2011

Oceano mare


Il mare immenso, l'oceano mare, che infinito corre oltre ogni sguardo, l'immane mare onnipotente - c'è un luogo dove finisce, e un istante - l'immenso mare, un luogo piccolissimo e un istante da nulla.

Alessandro Baricco, Oceano mare

venerdì 23 settembre 2011

Chi è l'Uomo e chi l'Animale?


Salve miei carissimi lettori,
vi pubblico un articolo molto commovente su una vicenda accaduta a Manfredonia in provincia di Foggia che fa pensare. Moltissimo.
Leggendo capirete perché ho voluto intitolare così questo post.

MANFREDONIA: ASPETTA IL PADRONE IN OSPEDALE, IL CANE COMMUOVE MANFREDONIA

Il cane è il migliore amico dell'uomo: lo dice un proverbio, lo conferma una storia che arriva da Manfredonia dove 'Bianca', un bellisimo meticcio ha seguito il suo padrone in ospedale dopo che lo stesso era stato malmenato e preso a sassate. L'episodio è accaduto ieri mattina in pieno centro a Manfredonia: Paolo Murgo, clochard venditore ambulante, è stato oggetto di una vile aggressione subendo una frattura al volto e un traumo cranico. Soccorso dagli operatori del 118, è stato trasportato presso il locale pronto soccorso per le cure del caso. Il suo cane ha seguito l'ambulanza fino all'ingresso del nosocomio. Nel frattempo il suo sfortunato padrone è stato trasferito all'ospedale di San Giovanni Rotondo per l'aggravarsi delle sue condizioni. Lei, Bianca, è ancora nell'atrio del pronto soccorso: aspetta che Paolo torni per potergli nuovamente fare compagnia. Intanto il personale del San Camillo de Lellis si è preso cura del cane che dorme vicino alla bicicletta del suo padrone.



Saverio Serlenga
http://www.teleradioerre.it/
lunedì 19 settembre 2011

venerdì 16 settembre 2011

La leggenda narra...


La leggenda narra di un uccello

che canta una sola volta nella vita,

più soavemente di qualsiasi creatura al mondo.

Da quando lascia il nido, cerca e cerca un grande rovo

e non riposa finché non lo abbia trovato.

Poi, cantando tra i rami crudi,

si precipita sulla spina più lunga e affilata.

E, mentre muore con la spina nel petto,

vince il tormento superando nel canto

l'allodola e l'usignolo.

Una melodia suprema il cui scotto è la vita.

Ma il mondo intero tace per ascoltare,

e Dio, in Paradiso, sorride.

Al meglio si perviene soltanto con grande dolore

... o così dice la leggenda.


(Colleen Mc Cullough, Uccelli di rovo)

sabato 3 settembre 2011

Sarò vento d'estate




Asciugherò le tue lacrime e le tue tristezze.
Spezzerò i tuoi inverni e le tue gelide trincee.
Sarò vento d'estate.
Poserò sulle tue labbra e sulla tua pelle
sapori di terre e mari lontani.
Nessun sentiero sarà a te sconosciuto.
Nessuna melodia sarà a te ignota.
Ogni tua via sarà la mia via.
Ogni tuo segreto sarà il mio segreto.
Ogni raggio di sole,
steso all'orizzonte,
sarà nostro, mio e tuo,
in un unico, caldo e intenso abbraccio.

Concorso " Scegli la tua immagine e crea la tua nota" indetto da " Il bosco di Minerva"
it-it.facebook.com/DeaMinerva
5°posto











giovedì 1 settembre 2011


... e allora con lo sguardo,
abbraccio la vasta distesa di mare,
le coste rocciose lambite dalle sue acque,

questo cielo...

e questa pace,

questa immensa pace

che il bollente spirito umano

tuttavia non spegne...

lunedì 18 luglio 2011

Come vento


Come vento,
attraverserò questo oceano
di grano
e ti recherò messaggi di pane.

Ascolta in silenzio.

Essi sapranno
di terra e falci sudate,
di mani brucianti e
piedi bagnati, infangati,
di amori intonati e
amori spezzati.

Ti racconteranno
di stelle e soli migranti,
di lune e falò danzanti,
di stagioni e animali sognanti.

Come vento,
attraverserò questo
oceano dorato
e ti recherò messaggi di pane.
Non saranno soltanto briciole
con cui far trastullare le tue dita
su una una candida tovaglia,
ma ricchi piatti della mia memoria.

La mia.

E la tua

mercoledì 13 luglio 2011

Acqua Terra e profumo di Essenza


Acqua

Terra

E un profumo di Essenza

Danzante tra corpi gitani
e ritmi stranieri

Via ogni timore
via ogni piccolo dolore

Via

Stasera voglio essere solo
Acqua
Terra
e profumo di Essenza

martedì 7 giugno 2011


La brezza soffia, leggera,
sulla pelle bagnata di sabbia e salsedine,

sulle rive sgocciolanti di passi e
cuori palpitanti.

Il mare,

rinnova le sue acque e i suoi ricordi,
nell'intimo abbraccio
di un rosso tramonto,
ove la sottile linea di confine

tra cielo e terra
svanisce
tra polvere di stelle.

lunedì 30 maggio 2011

sabato 30 aprile 2011

Rotolano pensieri...


Rotolano pensieri,
sui profili rapidi
degli alberi, delle campagne,
delle città, delle stazioni,
delle spiagge bagnate dal sole.

Sui vetri appannati
dai respiri della gente
che dietro i finestrini
trepidante attende.

Nei vagoni risonanti
di sospiri, di parole,
di risate...
di silenzi.

Nei tunnel lanciati dal vento,
sui binari incendiati dai treni in corsa.

Rotolano...
senza meta,
come pellicole di film
dalle sequenze incerte,
ricordi, immagini, speranze,
sfumati negli spazi del presente
che vivo guarda,
parla e
ascolta...

mercoledì 27 aprile 2011

La sua infinita piccolezza dell'essere


La notte scinde il tempo
in mille stelle e
in tante altre mille stelle ancora.

L'occhio umano,
in silenzio,
battito dopo battito,
guarda e sorseggia.

In silenzio.

La sua infinita piccolezza dell' essere.


sabato 16 aprile 2011

Riflessi di primavera


La Primavera batte tiepida
sopra le finestre del mio cuore,
con i suoi colori,
i suoi profumi...

Le sue voci.

Un mormorio continuo,
sottile,
che dalla strada sale su su
fino a qui...

Fino a me.

Ogni tanto piove
e ogni tanto il vento soffia
a cerchi sempre più concentrici,
strappando ogni cosa che incontra sulla via,
ma ogni tanto spunta anche un fiore...

Una speranza nuova,
da seminare, da coltivare,
da cullare,
sopra un foglio
bianco e trasparente,
poggiato lì sulla scrivania...

Così trasparente,
così dolce...
che il sole, chissà, illuminandola...
ne possa riflettere un pò
sopra i muri della mia stanza...

un po' dentro di me...

e un po' fuori...

Sopra il mondo che mi aspetta.




martedì 22 marzo 2011

L'alba


Labbra su labbra

e il silenzio chiuso in un respiro,
in un fremito.

Scivola tra le pieghe dell'anima,
del corpo,
tra le distese lenzuola...
che il Tempo
allunga e
poi restringe...

in un secondo
in un rintocco.

L'orecchio appena appena comprende,
l'occhio ancora appena lo percepisce.

E' l'alba.

L'alba che da dietro le colline
avanza lenta.

L'alba che chiara
illumina...

L'attimo.

L'attimo di un sogno.

lunedì 28 febbraio 2011

La coscienza

La coscienza è la dea reincarnata nel tempio dell'uomo.
Essa è il migliore dei libri di etica ed è meritevole di essere consultata.
Essa è il polso della ragione e le sue pulsazioni ci fanno risvegliare.
Disse Mark Ork:" Cerca nel tuo intimo, in esso c'è la sorgente del bene,una sorgente le cui acque non si seccano finché scavi".
Sir Thomas disse:" La coscienza evita il male per istinto come fanno le due pupille quando affrontano un minimo pericolo".
Disse Diderot:"Vai dove vuoi, la tua coscienza sarà per sempre tua compagna".

lunedì 14 febbraio 2011

Quando ti chiedi cos'è l'amore


Quando ti chiedi cos'è l'amore,
immagina due mani ardenti
che si incontrano,
due sguardi perduti l'uno nell'altro,
due cuori che tremano
di fronte all'immensità di un sentimento,
e poche parole
per rendere eterno un istante.

Il vero amore non lascia tracce


Il vero amore non lascia tracce

Come la bruma non lascia sfregi
Sul verde cupo della collina
Così il mio corpo non lascia sfregi
Su di te e non lo farà mai

Oltre le finestre nel buio
I bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio
Come manette fatte di neve

Il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola
Si perde nei nostri abbracci
Come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare
Un momento nell'aria
Così come la tua testa sul mio petto
Così la mia mano sui tuoi capelli

E molte notti resistono
Senza una luna, senza una stella
Così resisteremo noi
Quando uno dei due sarà via, lontano

giovedì 27 gennaio 2011

mercoledì 5 gennaio 2011

Il primo giorno dell'anno


Lo distinguiamo dagli altri
come se fosse un cavallino
diverso da tutti i cavalli.

Gli adorniamo la fronte con un nastro,
gli posiamo sul collo sonagli colorati,
e a mezzanotte lo andiamo a ricevere
come se fosse un esploratore
che scende da una stella.

Come il pane assomiglia al pane di ieri,
come un anello a tutti gli anelli...
La terra accoglierà questo giorno
dorato, grigio, celeste,
lo dispiegherà in colline,
lo bagnerà con frecce di trasparente pioggia
e poi lo avvolgerà nell’ ombra.

Eppure
piccola porta della speranza,
nuovo giorno dell’ anno,
sebbene tu sia agli altri
come i pani a ogni altro pane,
ci prepariamo a viverti in altro modo,
ci prepariamo a mangiare, a fiorire,
a sperare.

lunedì 3 gennaio 2011

domenica 2 gennaio 2011

Buon anno!